Comprendere la sensibilità degli animali per allevarli nel rispetto dell'ambiente e delle loro esigenze

Carla De BenedictisFrancesca PisseriPietro Venezia

L’allevamento industriale ha strappato l’uomo e l’animale dalla relazione con l’ambiente naturale.Il libro parla degli animali da allevamento e della loro cura in un modo che fino ad ora non è mai stato fatto: parte dalla conoscenza della etologia di specie, della relazione uomo/animale e degli ambienti rurali per costruire, tramite una chiave ecologica ed etica, un modello di allevamento non basato sullo sfruttamento ma sul rispetto.

Il recupero dei metodi di allevamento tradizionale, insieme alle innovazioni legate alla gestione agroecologica, porta a disegnare un modello a basso consumo energetico, a basso impatto ambientale e ad alti contenuti di benessere animale e umano, insieme alla valorizzazione del territorio e del paesaggio.

Gli animali sono dei distributori automatici di latte, o sono anche capaci di legami profondi? Si comportano tutti allo stesso modo o hanno regole da rispettare e codici comunicativi da conoscere?

Agricoltura e allevamento hanno subito, negli ultimi decenni, drastici interventi secondo il modello produttivo industriale, sottoponendo l’ambiente a mutamenti che in alcuni casi causano danni irreversibili, costringendo gli animali a vivere in condizioni artificiali e dolorose. Pensare in modo sistemico, cioè globale, vuol dire che nessuno, uomo-animale-pianta, prevale per importanza su un’altra forma vivente, e che il sistema raggiunge un suo equilibrio naturale specifico di quel posto e di quel clima, nella ricerca di un’armonia che porti a un con-vivere gratificante e felice per tutte le forme viventi.

Il libro è scritto da tre veterinari che hanno unito le loro esperienze e i loro diversi cammini grazie a un obiettivo comune: lasciare ai loro figli la speranza di un mondo migliore che sappia con-vivere con la natura e gli animali. Diventare omeopati ha dato valore aggiunto alla loro professione, un grande aiuto agli animali e un contributo alla sostenibilità ambientale.

PARTE GENERALE

  • Capitolo 1 – Benessere animale
  • Capitolo 2 – Agroecologia e allevamento
  • Capitolo 3 – Relazioni tra allevamento e ambiente
  • Capitolo 4 – Mantenimento della salute e medicina preventiva
  • Capitolo 5 – Le medicine non convenzionali in veterinaria

PARTE SPECIALE

  • L’allevamento del suino
  • L’allevamento del bovino
  • L’allevamento degli ovini
  • L’allevamento dei caprini
  • Il pascolo dei ruminanti

Conclusioni

Postfazione

APPROFONDIMENTI

Il pascolo dei ruminanti

I pascoli sono superfici naturali, le cui produzioni vengono utilizzate direttamente dagli animali mediante il pascolamento. A nostro avviso, quando le condizioni climatiche lo consentono, dovrebbero costituire la principale componente alimentare dei ruminanti.

L’allevamento semibrado con largo utilizzo del pascolo è adatto al territorio italiano, prevalentemente collinare e montano e dal clima mite. Il pascolamento porta l’animale ad avere una relazione profonda con l’ambiente in cui vive ed è quindi da noi indicato per la realizzazione del modello agroecologico.